La riscossa dei pappici di Chi rom e…chi no per il 38° carnevale sociale di Scampia

Carnevale sociale Scampia

C’è una grande noce da rosicchiare: è il sistema, cioè il modo di comandare, l’organizzazione del potere.
Da molti anni il potere ce l’hanno i borghesi, cioè i ricchi, i padroni. Ma da un po’ di tempo ci sono molti pappici che rosicano questa noce. Non tutti sentono rosicare questi pappici, ma essi ci sono e sono sempre al lavoro.
Ogni volta che si lotta contro un’ingiustizia si scava un altro poco dentro questa noce.
E noi siamo questi pappici: c’è un modo per affrettare il tempo di spertusamento della noce, che è il capitalismo. Invece di grattare uno per volta, scaviamo tutti insieme, come fanno i pappici veri.E allora ci accorgeremo che se combattiamo tutti insieme non siamo più solo pappici, ma siamo una grande forza. E se i padroni, seduti sulla noce nelle loro poltrone ci credono solo pappici senza importanza che si possono scamazzare col piede, si sbagliano, perché invece un giorno si troveranno col culo per terra e non avranno più niente e nessuno da comandare.

Felice Pignataro

Anche quest’anno l’associazione Chi rom e…chi no partecipa al carnevale sociale di Scampia.

Il tema del 38° Carnevale Sociale di Scampia

Il Carnevale Sociale di Scampia giunto alla sua 38° edizione, è promosso dal GRIDAS, nato da un’idea di Felice Pignataro, muralista, fondatore del Gridas. Attraverserà le strade del quartiere partendo da Via Monterosa, domenica 23 febbraio alle 10:00.

A questa importantissima iniziativa aderisce la rete territoriale delle realtà di base di Scampia e non solo. Da circa un mese nelle scuole e presso le sedi delle associazioni del quartiere di Napoli Nord, si costruiscono maschere e carri. 

Il corteo del carnevale sociale passerà tra le strade del quartiere diffondendo, come ogni anno, un tema di critica. Il tema di quest’anno è: “LA RISCOSSA DEI PAPPICI ovverossia TUTTI INSIEME CHE’ NON C’E’ PIU’ TEMPO”, in riferimento al proverbio napoletano “dicette o’ pappice vicino a’noce, damme o tiempo ca te spertose”.
Il pappicio del corteo di Scampia riesce con la sua comunità, con grande tenacia e costanza, a perforare la noce lottando quotidianamente contro le ingiustizie. 

I Laboratori del Carnevale Sociale da Chikù

Per un mese Chi rom e…chi no ha lavorato incessantemente, insieme al centro diurno Gatta Bludi Scampia, ai bambini e alle bambine rom e gagiò, alla realizzazione di un grande carro.

Il carro

Biagio di Bennardo, tra i fondatori dell’associazione, che da anni lotta contro l’esclusione della comunità rom di Scampia e per favorire l’incontro e la creazione di percorsi di autodeterminazione, descrive questa coloratissima creazione fatta a più mani: 

Laboratori del Carnevale sociale di Scampia
Carnevale sociale di Scampia da Chikù

Il carro rappresenta il pianeta in un guscio di noce. Un guscio che trattiene la Terra, fatto di pregiudizi, cattiverie e denaro. Ma c’è una controparte fatta di insetti di ogni genere tra questi in particolare una comunità di Api e Formiche. Insieme a tante genti provenienti da luoghi e con storie diverse, rappresentano una comunità resistente che cerca di liberare il mondo dalla noce e dalla bocca famelica di un drago. Il carnevale è come sempre occasione per noi tutti e tutte di gridare alta voce il nostro no alle storture del sistema. Ma anche e riaffermare la necessità di esser comunità solidali, antirazziste e ecologiche. In questi giorni, come ci hanno fatto notare le nostre amiche ricercatrici che dalla Svizzera sono giunte presso Chikù, lo spazio della nostra associazione, tutto il mondo è a Scampia. Geografi tedeschi, artisti di strada, attivisti e non solo, giunti da ogni parte d’Italia e del mondo, per unirsi alla comunità dei pappici di questo quartiere. Scampia si fa mondo in quanto avamposto di trasformazione dal basso. 

Il drago di Chi rom e...chi no per il  Carnevale Sociale
Il drago di Chi rom e…chi no per il Carnevale Sociale

Gli appuntamenti di Chi rom e…chi no per il Carnevale

Il carro sarà completato sabato 22 febbraio a partire dalle ore 17:00 da Chikù in viale della Resistenza Comparto 12, in occasione dell’ultimo laboratorio di carnevale. 

A seguire cena a cura delle cuoche di Scampia e grande festa con gruppi di murga e di artisti di strada per la fine dei cantieri di Carnevale ed il compleanno di BandaBaleno, murga ufficiale del Carnevale di Scampia, nata dodici anni fa da un’idea di Chi rom e…chi no. 

Chikù inoltre apre le porte della sua cucina italo-rom domenica 23 febbraio a pranzo, dopo il corteo, con tante deliziose specialità.